Avvoltoi e rapaci a rischio

Chi salverà il brutto anatroccolo è il nome della campagna promossa dalla Lipu (Lega Italiana Protezione Uccelli) che intende sensibilizzare la gente sulla protezione delle tre specie di avvoltoi presenti in Italia.

avvoltoioLe specie in questione sono capovaccaio, grifone e gipeto che stanno rischiando l’estinzione a causa del farmaco Dicoflenac che è stato da poco introdotto e commercializzato anche in Italia per uso veterinario. E’già accaduto pochi anni fa anche in India, dove il 99% della popolazione di avvoltoi è stata annientata. Il grande problema è che gli avvoltoi spesso si nutrono di animali domestici curati precedentemente con il Diclofenac, poi morti e lasciati all’aperto. L’effetto è devastante; blocco renale e morte tra grandi sofferenze. Il problema non riguarda solamente gli avvoltoi, ma anche altri rapaci del calibro dell’aquila delle steppe, l’aquila imperiale, il grifone ed il gipeto. L’india non molto tempo fa, ha riconosciuto il problema ed ha vietato l’uso veterinario del Diclofenac, al contrario dell’Italia e della Spagna dove la commissione Europea ha autorizzato l’uso anche in campo veterinario. Con questa campagna la Lipu invita i cittadini a firmare la petizione online che si trova sul sito Lipu.it per chiedere di vietare l’uso del Diclofenac che tra le altre cose può essere facilmente sostituito da altri tipi di farmaci equivalenti e non dannosi per i rapaci.