Inverno mite: gli orsi si risvegliano

orsoA causa di un inverno mite gli orsi di Yellowstone sono già usciti dal letargo. Pare che gli orsi grizzly del parco Yellowstone abbiano già finito di riposare per quest’inverno.

I funzionari dell’area verde americana hanno confermato la presenza precoce degli orsi: la causa dovrebbe risiedere nel clima mite e, di conseguenza, dell’arrivo anticipato della primavera. Tutti gli animali si stanno svegliando anticipatamente, considerato il fatto che nella media stimata il letargo dovrebbe durare altre settimane. Le temperature si sono quindi alzate e la neve si è trasformata in pioggia. Il primo orso si è svegliato il 9 febbraio, verso il tardo pomeriggio, nella zona più centrale del parco. Secondo le statistiche, i grizzly dovevano destarsi intorno agli inizi di marzo, o almeno questo è ciò che sostiene una serie di analisi condotte tra il 2012 e il 2014. Vista la sveglia improvvisa da parte di questi mammiferi enormi e piuttosto pericolosi, è stato consigliato a ogni visitatore di percorrere i sentieri in gruppo, facendo molto chiasso e portando con sé uno spray anti-orso. Visto che il pisolino invernale è finito prima del tempo, tutti gli orsi vanno alla ricerca di cibo: prediligono soprattutto i resti di bisonti e alci, poiché in grado di fornire molta energia. Non c’è quindi da stupirsi se passeggiando per il bosco si scorga un grizzly uscire dalla propria tana. Yellowstone vanta più di tre milioni di turisti all’anno e per questo 2015 festeggerà i suoi 100 anni. Un parco che presenta molta attenzione all’ecologia e, per questo motivo, è stato selezionato per divenire una delle 60 stazioni di controllo in merito ai mutamenti climatici: un impegno di grande valore, considerato il fatto che si andranno ad approfondire tutti i dati relativi al surriscaldamento globale in Nord America. Il progetto a cui parteciperà la riserva viene denominato National Ecological Observatory Network.