Dal 19 Gennaio 2015 si Semina il Futuro

seminaZucchine, melanzane, insalata, spinaci, carote e chi ne ha più ne metta, da oggi 19 gennaio 2015 piantare un seme nell’orto o sul balcone di casa vuol dire dare l’opportunità di un futuro migliore al nostro pianeta, alimentarlo e partecipare attivamente per sconfiggere la fame nel mondo e migliorare la gestione sostenibile del territorio.

L’Organizzazione Non Governativa Green Cross, nel corso dell’ultima edizione del concorso”Immagini per la Terra”, ha fortemente sostenuto la campagna “Semina il Futuro” chiamando famiglie, cittadini comuni, istituzioni, scuole ad una maggiore attenzione sul tema della biodiversità, invitandoli a coltivare il maggior numero di specie di ortaggi, verdura e frutta senza adoperare concimi e prodotti chimici. Tra le idee messe in pratica si distingue quella degli studenti dell’istituto agrario “Egidio Lanoce” di Maglie in provincia di Lecce che hanno ideato e costruito un impianto di irrigazione a goccia che innaffia il frutteto della scuola. Si cerca dunque di motivare i giovani e la loro energia creativa stimolando a scuola ed in famiglia la cultura di un agricoltura sostenibile mettendo in risalto uno dei temi tristemente alla ribalta: la perdita della biodiversità e del suolo. La Food and Agricolture Organization ci dice che nell’ultimo secolo siano sparite i ¾ delle diversità delle colture italiane ed abbiamo perso 1/3 della superficie coltivabile, contribuendo a rendere il nostro territorio più esposto al dissesto idrogeologico. Da queste considerazioni e nato il bisogno di valorizzare il nostro territorio con gesti simbolici come piantare un seme che darà origine ad una nuova pianta. Fino al 30 marzo 2015 si potrà partecipare al concorso patrocinato anche dall’ente EXPO che quest’anno avrà come tema l’alimentazione, la tutela del suolo e la biodiversità.